Infusi e Tisane

Sul dizionario della lingua italiana De Mauro alla voce "tisana" troveremo questa definizione: infuso o decotto di varie sostanze vegetali ad esempio di camomilla, di tiglio, ecc. 

Tecnicamente le tisane sono miscele di più piante e rappresentano il simbolo della naturalità e della genuinità poichè sono totalmente prive di conservanti e additivi, essendo costituite da un solo tipo di ingrediente: le piante. In più se vengono preparate e utilizzate nel giusto modo garantiscono una comprovata efficacia terapeutica. A questo proposito merita spendere una parola sulla differenza tra infuso e decotto:

INFUSO

Per ottenere un infuso è sufficiente versare dell'acqua bollente in una tazza contenente l'erba o tisana prescelta; la si lascia riposare per 5-20 minuti a seconda della pianta e della concentrazione che si desidera ottenere. Per evitare la dispersione delle sostanze volatili è utile ma non obbligatorio coprire la tazza durante l'infusione. Terminato il tempo di posa si usa un filtro o un colino per separare la tisana dall'acqua. L'Infuso a questo punto è pronto per essere bevuto; volendo lo si può dolcificare con miele (é sconsigliato l'uso di zuccheri raffinati).

DECOTTO

Il decotto si prepara ponendo in acqua fredda le parti legnose (rizoma, corteccia, ecc...) della pianta e portandole a ebollizione per un tempo variabile da 2 a 60 minuti. Una volta terminata l'ebollizione si spegne il fuoco e si fa riposare il liquido per una decina di minuti; quindi si filtra con un colino prima di degustarlo. E' importante procedere alla filtrazione quando l'acqua è ancora calda per evitare la precipitazione dei principi attivi. 

 

N.B: E' Consigliabile bere le tisane appena preparate